FILENI

CDP e Fileni: insieme per l’agroalimentare biologico

Supportato il terzo player italiano nelle carni avicole, con un bond da 20 milioni di euro

Nel 1978 a Jesi Giovanni Fileni ha un’intuizione: proporre al mercato porta a porta gli animali da cortile. L’idea funziona e in breve tempo apre 40 negozi in tutta la regione Marche. Ma Giovanni Fileni non si accontenta. Visione e convinzione lo portano a insistere con la produzione biologica: sarà la scelta del futuro.

Un modello di successo basato sul controllo costante della filiera e sul rispetto degli animali, dell’ambiente e del paesaggio. La razionalizzazione dei trasporti, l’efficientamento dell’attività produttiva e l’utilizzo di fonti rinnovabili hanno trasformato Fileni in una realtà con circa 2000 dipendenti e oltre 300 centri di allevamento. L’azienda ha realizzato oltre 400 milioni di euro di fatturato nel 2018 con il segmento biologico che rappresenta una quota sempre più importante sul totale dei ricavi e una crescita del 15% nel primo semestre 2019. Grazie al sostegno e alla partecipazione di Cassa Depositi e Prestiti e SACE, Fileni ha potuto emettere un bond di circa 20 milioni di euro rivolto principalmente alla produzione biologica, al consolidamento della filiera e allo sviluppo dei mercati esteri.

Un’operazione importante, attraverso la quale CDP rinnova il suo patto con le imprese del made in Italy, in particolare del comparto agroalimentare, settore strategico e da sempre fiore all’occhiello dell’economia italiana.

Nel 1978 a Jesi Giovanni Fileni ha un’intuizione: proporre al mercato porta a porta gli animali da cortile. L’idea funziona e in breve tempo apre 40 negozi in tutta la regione Marche. Ma Giovanni Fileni non si accontenta. Visione e convinzione lo portano a insistere con la produzione biologica: sarà la scelta del futuro.

Un modello di successo basato sul controllo costante della filiera e sul rispetto degli animali, dell’ambiente e del paesaggio. La razionalizzazione dei trasporti, l’efficientamento dell’attività produttiva e l’utilizzo di fonti rinnovabili hanno trasformato Fileni in una realtà con circa 2000 dipendenti e oltre 300 centri di allevamento. L’azienda ha realizzato oltre 400 milioni di euro di fatturato nel 2018 con il segmento biologico che rappresenta una quota sempre più importante sul totale dei ricavi e una crescita del 15% nel primo semestre 2019. Grazie al sostegno e alla partecipazione di Cassa Depositi e Prestiti e SACE, Fileni ha potuto emettere un bond di circa 20 milioni di euro rivolto principalmente alla produzione biologica, al consolidamento della filiera e allo sviluppo dei mercati esteri.

Un’operazione importante, attraverso la quale CDP rinnova il suo patto con le imprese del made in Italy, in particolare del comparto agroalimentare, settore strategico e da sempre fiore all’occhiello dell’economia italiana.