STEFANO RICCI

CDP con Stefano Ricci: l’eleganza e lo stile made in Italy in Cina

Una sartoria familiare che si trasforma in impresa internazionale. Un capo d’abbigliamento che si afferma velocemente come icona della moda made in Italy. Un brand inimitabile con nome e cognome: Stefano Ricci.

Dalle cravatte cucite a mano allo showroom di Park Avenue (New York). Stefano Ricci e la moglie Claudia iniziano questo cammino nel 1972. Lui, designer fiorentino, decide di trasformare una passione personale, le cravatte, in un pregiato manufatto di laboratorio sartoriale. Da semplice accessorio, le eleva a protagoniste del guardaroba maschile. Le sue creazioni sono accolte con entusiasmo. Al punto che, in pochi anni, l’azienda aggiunge alla linea produttiva la prima collezione di camicie ed entra nel segmento della piccola pelletteria. Negli anni Novanta, con la produzione di completi, maglieria, sportswear e calzature, Stefano Ricci si conferma azienda sartoriale a 360 gradi. Inoltre, seguendo l'antica tradizione orafa fiorentina, crea una collezione di gemelli e fibbie preziose. Negli anni a seguire, il brand viene associato anche a fragranze da uomo, luxury lifestyle e accessori per la casa.

Contemporaneamente, si ha l’inaugurazione dei monomarca a New York e Shanghai. Quella cinese è un’avventura pioneristica che nel corso di pochi anni porta grandi risultati.

Oggi, Stefano Ricci è gruppo internazionale di lusso, con più di 150 milioni di fatturato e 600 dipendenti in tutto il mondo (tra produzione rigorosamente italiana e retail) e una sede centrale sulle colline di Fiesole di oltre 9mila metri quadri.

A fianco di un’impresa italiana con una storia tanto appassionante, non poteva mancare Cassa Depositi e Prestiti. Il Gruppo ha deciso di sostenere i piani di crescita in Cina dell’azienda fiorentina attraverso un finanziamento di 4 milioni di euro, realizzato in valuta locale, con la provvista raccolta attraverso Panda Bond e perfezionata nell’ambito della collaborazione strategica con Bank of China.

Le risorse saranno destinate a supportare la crescita e il consolidamento della posizione della Stefano Ricci in Cina finanziando le spese di investimento sostenute per la realizzazione di una boutique di recente apertura e per il rinnovo di quelle già esistenti.

Con questo finanziamento, CDP conferma il proprio supporto alle eccellenze italiane operanti in Cina e al Made in Italy nel mondo.

 

Una sartoria familiare che si trasforma in impresa internazionale. Un capo d’abbigliamento che si afferma velocemente come icona della moda made in Italy. Un brand inimitabile con nome e cognome: Stefano Ricci.

Dalle cravatte cucite a mano allo showroom di Park Avenue (New York). Stefano Ricci e la moglie Claudia iniziano questo cammino nel 1972. Lui, designer fiorentino, decide di trasformare una passione personale, le cravatte, in un pregiato manufatto di laboratorio sartoriale. Da semplice accessorio, le eleva a protagoniste del guardaroba maschile. Le sue creazioni sono accolte con entusiasmo. Al punto che, in pochi anni, l’azienda aggiunge alla linea produttiva la prima collezione di camicie ed entra nel segmento della piccola pelletteria. Negli anni Novanta, con la produzione di completi, maglieria, sportswear e calzature, Stefano Ricci si conferma azienda sartoriale a 360 gradi. Inoltre, seguendo l'antica tradizione orafa fiorentina, crea una collezione di gemelli e fibbie preziose. Negli anni a seguire, il brand viene associato anche a fragranze da uomo, luxury lifestyle e accessori per la casa.

Contemporaneamente, si ha l’inaugurazione dei monomarca a New York e Shanghai. Quella cinese è un’avventura pioneristica che nel corso di pochi anni porta grandi risultati.

Oggi, Stefano Ricci è gruppo internazionale di lusso, con più di 150 milioni di fatturato e 600 dipendenti in tutto il mondo (tra produzione rigorosamente italiana e retail) e una sede centrale sulle colline di Fiesole di oltre 9mila metri quadri.

A fianco di un’impresa italiana con una storia tanto appassionante, non poteva mancare Cassa Depositi e Prestiti. Il Gruppo ha deciso di sostenere i piani di crescita in Cina dell’azienda fiorentina attraverso un finanziamento di 4 milioni di euro, realizzato in valuta locale, con la provvista raccolta attraverso Panda Bond e perfezionata nell’ambito della collaborazione strategica con Bank of China.

Le risorse saranno destinate a supportare la crescita e il consolidamento della posizione della Stefano Ricci in Cina finanziando le spese di investimento sostenute per la realizzazione di una boutique di recente apertura e per il rinnovo di quelle già esistenti.

Con questo finanziamento, CDP conferma il proprio supporto alle eccellenze italiane operanti in Cina e al Made in Italy nel mondo.