FALVATERRA

Falvaterra, la perla ciociara cantata da Giovenale

Progetti per il territorio finanziati da Cassa Depositi e Prestiti

Arroccato su di uno sperone roccioso che domina la sottostante vallata dove confluiscono i fiumi Liri e Sacco, Falvaterra è un piccolo comune di circa 600 abitanti in provincia di Frosinone. La sua storia è legata a quella della celebre famiglia Colonna che ha governato queste terre per molto tempo, e alla guerra del 1556 tra il Papa e il Re di Spagna. L’esercito iberico occupò vari castelli tra i quali anche quello di Falvaterra che, unico, aveva resistito per nove giorni all'assedio e solo a seguito della completa disfatta delle truppe papali si arrese spontaneamente. Il centro storico del borgo è un vero gioiellino fatto da abitazioni in pietra e viuzze che si rincorrono intorno al Castello del XIII secolo. Ma Falvaterra è famosa soprattutto per la sua stupenda posizione naturale già celebrata nell'antichità dal poeta latino Giovenale e per le sue celebri grotte dichiarate Monumento Naturale della Regione Lazio nel 2007. Un'area di alto valore sia dal punto di vista speleologico che turistico, con un sistema sotterraneo di grotte carsiche lunghe più di 5 chilometri che si snoda all'interno della collina di Monte Lamia e che presenta un fiume sotterraneo perenne. Cassa Depositi e Prestiti ha contribuito allo sviluppo di un borgo come Falvaterra attraverso importanti investimenti volti alla realizzazione di progetti sostenibili per il patrimonio turistico e culturale del borgo. A partire dalla riqualificazione delle Grotte per l’incremento dello speleoturismo, passando per interventi utili a tutta la comunità come la realizzazione del quarto e del quinto tronco cimiteriale, lo sviluppo di aree polifunzionali come il ripristino del Parco delle Rimembranze e non per ultimo l'adeguamento sismico della sede comunale. Tutti interventi in linea con la nostra filosofia e la nostra missione, che ci vede da sempre al fianco degli Enti Locali italiani.

Arroccato su di uno sperone roccioso che domina la sottostante vallata dove confluiscono i fiumi Liri e Sacco, Falvaterra è un piccolo comune di circa 600 abitanti in provincia di Frosinone. La sua storia è legata a quella della celebre famiglia Colonna che ha governato queste terre per molto tempo, e alla guerra del 1556 tra il Papa e il Re di Spagna. L’esercito iberico occupò vari castelli tra i quali anche quello di Falvaterra che, unico, aveva resistito per nove giorni all'assedio e solo a seguito della completa disfatta delle truppe papali si arrese spontaneamente. Il centro storico del borgo è un vero gioiellino fatto da abitazioni in pietra e viuzze che si rincorrono intorno al Castello del XIII secolo. Ma Falvaterra è famosa soprattutto per la sua stupenda posizione naturale già celebrata nell'antichità dal poeta latino Giovenale e per le sue celebri grotte dichiarate Monumento Naturale della Regione Lazio nel 2007. Un'area di alto valore sia dal punto di vista speleologico che turistico, con un sistema sotterraneo di grotte carsiche lunghe più di 5 chilometri che si snoda all'interno della collina di Monte Lamia e che presenta un fiume sotterraneo perenne. Cassa Depositi e Prestiti ha contribuito allo sviluppo di un borgo come Falvaterra attraverso importanti investimenti volti alla realizzazione di progetti sostenibili per il patrimonio turistico e culturale del borgo. A partire dalla riqualificazione delle Grotte per l’incremento dello speleoturismo, passando per interventi utili a tutta la comunità come la realizzazione del quarto e del quinto tronco cimiteriale, lo sviluppo di aree polifunzionali come il ripristino del Parco delle Rimembranze e non per ultimo l'adeguamento sismico della sede comunale. Tutti interventi in linea con la nostra filosofia e la nostra missione, che ci vede da sempre al fianco degli Enti Locali italiani.